22.7 C
New York
lunedì, Maggio 20, 2024

Buy now

SOS zanzare: come difendersi in estate e non solo

Ah l’estate, la stagione più amata da grandi e piccini: dona allegria e leggerezza, risveglia la voglia di mare e porta con sé un irrefrenabile impulso di fare di nuove esperienze, esplorare posti nuovi, vivere la libertà e l’emozione di essere stranieri.

É tempo di relax, certo, ma anche di prevenire il contatto con la zanzara. Ebbene sì: lei, l’insetto più odiato al mondo, la guastafeste per eccellenza, l’ospite indesiderato che ci impedisce di vivere serenamente una serata estiva tra amici o in famiglia.

Solo in Italia, si contano 70 specie differenti di zanzare, ma quelle contro cui dobbiamo combattere, sono generalmente 2:

  • la prima è la cosiddetta “Culicidae Meigen“, dal colore marrone chiaro, emette un ronzio alquanto fastidioso, punge solitamente la sera e la mattina presto.
  • La seconda, invece, è la “Zanzara tigre“, nera a strisce bianche, è attiva tutto il giorno; catturarla non è una passeggiata poiché ha l’abitudine di “pizzicare” e darsela a gambe molto rapidamente.

Si nutrono principalmente di sangue. Trattasi di un bisogno primario, che contraddistingue gli esemplari femmina (le quali necessitano di alcune proteine utili per la riproduzione) dai maschi (i quali, possono alimentarsi anche di nettare e altri zuccheri prodotti dalle piante e, in genere, non pungono).
Basti pensare a quanto il loro ciclo vitale biologico sia straordinariamente prolifico, tanto che una femmina adulta arriva a depositare fino a 300 larve ogni 20 giorni… Da non credere!

Una volta individuata la preda, atterranno silenziosamente su di essa, per poi procedere con la puntura, tramite il pungiglione, rilasciando un liquido coagulante e altri enzimi digestivi. Ciò implica una risposta da parte del sistema immunitario, che si traduce in una condizione caratterizzata da pelle arrossata, irritazione, gonfiore e prurito.

Ma la domanda è: perché le zanzare pungono solo alcune persone? Secondo gli studi condotti sul fenomeno, pare che siano particolarmente attirate dal sudore, in quanto contiene un’enorme varietà di note olfattive impercettibili per l’uomo.

Ma non solo: grazie ad alcuni recettori, situati nelle loro mascelle, riescono a captare la presenza di CO2, emessa dall’organismo di un soggetto.

I migliori rimedi naturali contro le zanzare

Le zanzare, purtroppo, non perdono occasione per pungerci, possonono perseguitarci giorno e notte e, proprio per questo motivo, è importante prevenire.

Le zanzariere, sono una delle migliori soluzioni, per impedire a questi fastidiosi insetti, di entrare in casa. Si adattano facilmente alle forme, alle dimensioni delle finestre e sono disponibili in diverse tipologie (magnetiche, fisse, elettriche e scorrevoli).

Ma non è tutto, esistono altri rimedi da adottare, altrettanto efficaci. Siete pronti a scoprire quali?

Caffè: il repellente naturale più efficace

Secondo alcuni studi, il caffè è un ottimo repellente per le zanzare. Per noi è un piacevole profumo, ma per loro è talmente tanto fastidioso, da interferire con il loro sistema nervoso e stordirle. Vi basterà riutilizzare i fondi, bruciarli e spargerli vicino alle finestre, nei sottovasi o in giardino. In questo modo, non appena sentiranno l’odore, scapperanno a “gambe levate”!

Per aumentarne l’effetto, si può versare la polvere dove si trova l’acqua stagnante; mentre, per combattere le larve delle zanzare, potete prendere i chicchi, e piantarli nel terriccio.

Limone e aceto: due ingredienti odiati dalle zanzare

Tra gli altri rimedi, utili, per tenere lontane le zanzare, possiamo trovare il limone e l’aceto. Il loro aroma, particolarmente forte, le infastidisce, ma se si uniscono, l’effetto è ancora più deciso e potete stare certi che non ne vedrete neanche l’ombra!
Come fare? Semplice: basta tagliare delle fettine di limone, bagnarle con l’aceto e posizionarle sul davanzale o nei vasi.

In alternativa, mescolando questi due ingredienti, si può realizzare un composto da spruzzare sulle finestre o sulle piante.

SOS zanzare: come difendersi in estate e non solo

Tipi di oli essenziali per allontanare le zanzare

Usati per profumare la casa in modo naturale ed ecologico, gli oli essenziali sono fragranze del tutto sgradite alle zanzare. Pensateci un attimo: non sarebbe meglio se inondaste il vostro ambiente domestico con aromi floreari, anziché spruzzarvi addosso litri e litri di repellenti che, sebbene tollerati, sono pur sempre tossici? Tra i più utilizzati, vi troviamo:

  • lavanda,
  • limone,
  • tea-tree,
  • basilico,
  • citronella.

Bastano poche gocce, diluite in un diffusore o applicate sulla pelle come una crema idratante corpo.

Tali effluvi, ne alterano il sudore e il grado di acidità (pH), proteggendoci così dal contatto diretto con questi insetti.

Candele profumate: ciao ciao zanzare!

Sono un ottimo rimedio antizanzare, da utilizzare in giardino durante le serate estive. Si possono scegliere quelle alla citronella, da sistemare sopra il tavolo o per terra.

Prmettono di tenerle a distanza, profumare l’ambiente circostante e, al contempo, creare l’atmosfera perfetta. Ad ogni modo, anche se sono pensate per l’esterno, sono perfette anche per gli spazi indoor, l’importante però, è prestare attenzione alla fiamma e lasciare aperte le finestre.

Lampadine antizanzare: zanzare terrorizzate

SOS zanzare: come difendersi in estate e non solo

Trattasi di un semplice congegno, una piccola gabbia in metallo, dotata di una o più lampade UV, che grazie alla luce blu-violetta, tirano a sé gli insetti, per poi folgorarli mediante una scarica di parecchi volt.

Sono perfette per gli ambienti outdoor, dove lo spazio da coprire è davvero tanto.

Ma non solo: a differenza delle tradizionali palette scacciamosche, questi dispositivi elettrici, sono super silenziosi, efficaci, e, cosa ancora più importante, conformi all’igiene. Stesso discorso vale per quelle a LED.

Il modello dotato di una ventola, invece, è un ottimo accessorio da cucina o per gli spazi domestici più piccoli; ultime, ma non meno importanti, le lampade gialle antizanzara, perfette per gli ambienti chiusi o per illuminare un tavolo all’aperto, grazie al colore, alquanto particolare, che irradiano.

6 piante che terranno lontane le zanzare dal vostro giardino

SOS zanzare: come difendersi in estate e non solo

Sono un rimedio naturale super efficace, per allontare le zanzare dal proprio giardino; inutile dirlo, c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Essere circondati dal verde, ha una duplice azione: da un parte, tiene lontani questi parassiti temporanei, dall’altra, invece, è da considerare un elemento ornamentale d’effetto. Ecco quali sono le piante dal potere repellente contro le zanzare:

Citronella

Iniziamo da una fragranza prettamente estiva: quella della citronella. Durante la bella stagione, facciamo il pieno di spray, cerotti, creme e prodotti di ogni genere a base di questa pianta, poiché è risaputo che grazie al suo aroma agrumato, terrà alla larga le zanzare in modo naturale e super profumato. Non tutti sanno, però, che la si può coltivare anche sul balcone o in terrazza.

Lavanda

Questa pianta, conosciuta e apprezzata per le sue note dolci e le bellissime gradazioni di viola che contrassegnano i suoi fiori, possiede anche delle potenti proprietà repellenti.

La sua fragranza, gradevole all’olfatto, tiene lontane le zanzare.

Calendula

Appartenente alla famiglia delle Asteraceae, è una pianta dalle differenti combinazioni di colori; si adatta perfettamente a qualsiasi terreno, ama essere esposta al sole e, cosa ancora più importante, è in grado di resistere tanto al caldo quanto al freddo.

Il suo odore, particolarmente pungente, è mal tollerato dai parassiti;

Erba gatta

É una pianta erbacea che non ha bisogno di tante cure. L’odore, è molto simile a quello della menta; pertanto, non è gradito dalle zanzare.

Verbena odorosa

Amante degli inverni miti, la verbena odorosa, è una preziosa alleata contro gli insetti, tanto che dalla distillazione delle foglie e delle parti aeree, si ricava un olio essenziale dall’alto potere repellente.

Geranio

Facili da piantare, piacevoli alla vista e dai colori vivaci, i gerani, oltre a decorare terrazzi, appartamenti, giardini, parchi, ecc, fungono anche da repellente antizanzare.

Il Pelargonium Odoratissimum, o (geranio odoroso), effonde un odore pungente (di citronella e limone), in grado di scacciare anche le più agguerrite.

SOS zanzare: come difendersi in estate e non solo

Come trattare le punture di zanzara

Se nonostante tutto, siete stati punti da questi fastidiosi insetti, esistono dei modi semplici per risolvere il problema.

In primo luogo, è buona consuetudine raffreddare la zona colpita con cubetti di ghiaccio, o, in alternativa, applicare dell’aloe gel. Un altro rimedio, è l’oleolito di calendula, dalle proprietà lenitive, emollienti e antinfiammatorie.

Tantissime persone tendono a farsi una “croce” sulla puntura, un gesto che all’apparenza può sembrare inutile, ma in realtà si dimostra estremamente efficace, in quanto occupa la nostra mente facendoci dimenticare del morso della zanzara; in questo modo, eviteremo di cedere alla tentazione di grattare ripetutamente il pomfo cutaneo pruriginoso.

SOS zanzare: come difendersi in estate e non solo

ARTICOLI CORRELATI

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultimi articoli