24.1 C
New York
venerdì, Maggio 24, 2024

Buy now

Trarre beneficio dai propri Mantra: come trovarli e perché usarli

Trarre beneficio dai propri Mantra: come trovarli e perché usarli

Quante volte, nel corso della nostra vita, abbiamo sentiamo dire da persone che non hanno mai avuto né il piacere, né il tempo di sedersi (anche solo per 5 minuti) a meditare, la famosa frase: «Questo deve diventare il mio mantra».

Di cosa si tratta esattamente? Qual’è il suo significato? Perché all’inizio e al termine di una pratica meditativa si canta l’Om?

Volete saperne di più a riguardo? Se la risposta è sì, non dovete fare altro che mettervi comodi, e arrivare alla fine dell’articolo di oggi.

Cosa sono i mantra? Significato ed etimologia

Che cos’è un mantra? Trattasi di una parola, di un suono o di una frase, ripetuta più e più volte, al fine di riportarci al tempo presente e all’intenzione della pratica.

Per comprenderne al meglio la definizione, basta “suddividere” la radice “man“, che in sanscrito significa pensare/pensiero, dal suffisso “tra” , che vuol dire proteggere/liberare. Parliamo, quindi, di un potente strumento, in grado di sgombrare la mente e favorire il rilassamento.

Ma non solo: è un ottimo antidoto contro la paura, le preoccupazioni e i pensieri negativi; spegne le emozioni turbolente e ci permette di acquisire una maggiore consapevolezza.

Detto questo, cerchiamo di capire di più sulle sue origini, e sul nesso tra onde sonore – affermazioni positive – salute psicofisica.

Trarre beneficio dai propri Mantra: come trovarli e perché usarli

Tutto è energia | correlazione tra mantra ed equilibrio psico-fisico

Si sa, la musica è da considerare una mano santa per la salute (mentale o fisica che sia); il suo potere terapeutico, nutre il benessere spirituale, aumenta il senso di appartenenza, rafforza il sistema immunitario e dona un senso di grande pace e serenità.

In diverse parti del mondo, da secoli, il suono, specie se emesso attraverso il canto, viene utilizzato per stimolare la capacità del corpo a ripararsi da solo. Nella storia moderna, i suoi effetti benefici, furono scoperti dalla scienza medica, nel 1896.
Alcuni generi musicali, aumentavano l’afflusso di sangue al cervello, migliorandone così la funzione cognitiva e l’umore. Altri, invece, oltre a distendere i nervi, favorivano la lucidità mentale.

L’influenza benefica delle onde sonore

Di recente, studi scientifici hanno dimostrato che determinate frequenze (741 HZ, tanto per dirne una), hanno la capacità di favorire la guarigione delle cellule, rimuovendo le tossine dalle stesse. Questo accade, perché come diceva il più grande fisico del Novecento, Albert Einstein:

«La materia non esiste, tutto è energia e vibrazione»

Trarre beneficio dai propri Mantra: come trovarli e perché usarli

Cosa intendeva dire? Tutto ciò che è presente sulla terra, è racchiuso all’interno di una “bolla”, che cambia di continuo, relativamente agli impulsi che riceve; teoria, tra l’altro, ampiamente dimostrata. Quindi, ciascun elemento anatomico, facente parte della struttura fisica dell’uomo, dispone di una sua “personale” frequenza di risonanza.

Nel caso in cui, anche una sola vibrazione energetica (ovviamente perfetta), di organi, tessuti o cellule, viene alterata, insorge una malattia. Fortunatamente, però, attraverso la cosiddetta “suonoterapia“, è possibile guarire qualsiasi regione colpita, al fine di ripristinarne il corretto funzionamento armonico.

Recitare uno o più mantra, serve, per l’appunto, a mettere in equilibrio la nostra vita, a prestare attenzione al momento presente e, più di tutto, a ritrovare il benessere psicofisico.

Trarre beneficio dai propri Mantra: come trovarli e perché usarli

Quali sono i principali effetti benefici dei mantra?

I mantra, trasmettono emozioni positive, pazienza, sicurezza, serenità e fiducia. Le loro good vibes, liberano la nostra mente dai pensieri negativi:

Rilassano mente e corpo

I mantra influiscono positivamente e, per via diretta, sulla psiche, fenomeno ampiamente dimostrato dalla scienza. Vocalizzarli, permette alla mente di raggiungere la pace interiore, scacciando i pensieri negativi, riducendo i livelli di cortisolo e sciogliendo il corpo da eventuali tensioni.

Trarre beneficio dai propri Mantra: come trovarli e perché usarli

Ma non solo: sapevate che recitare l’Om, oltre ad “aprire la porte” alla presenza mentale, abbassa la frequenza cardiaca? Incredibile, non è vero?

Riducono lo stress mentale

Come sopraindicato, trattasi di singole parole o affermazioni positive, da ripetere diverse volte durante l’arco della giornata. Recitare i mantra, permette alla mente di attirare energia positiva, e allontanare tutto ciò che è negativo.

Numerosi studi scientifici, hanno scoperto che cantare l’Om per 10 minuti, può ridurre l’ansia e alleviare i sintomi della depressione.

Migliorano l’attenzione e cambiano l’umore

Sotto l’aspetto psicologico, recitare i mantra, è il metodo più semplice e sicuro per accrescere il proprio benessere mentale: tale pratica, se eseguita per 10-15 minuti al giorno, migliora i livelli di attenzione e il tono dell’umore.

Possono, inoltre, essere ripetuti in silenzio o sottovoce, sia individualmente che in compagnia.

É un percorso verso la pace e la conoscenza profonda di sé

L’indole psicologica della meditazione mantra, ci invita, oltre che ad evolvere personalmente, a conoscerci meglio, ad intraprendere un viaggio alla scoperta di noi stessi, ad esplorare gli abissi più profondi della nostra coscienza:
Solo così, in quanto praticanti, potremo sviluppare la nostra spritualità ed essere un tutt’uno con l’Universo.

Trarre beneficio dai propri Mantra: come trovarli e perché usarli

Migliorano la qualità del sonno

Poiché la meditazione mantra aiuta a rilassare il corpo e la mente, è da considerare, a tutti gli effetti, un “potente sonnifero“, da somministrare a coloro i quali mirano a migliorare il sonno, in termini di qualità e quantità. Cantarli, favorisce dunque l’addormentamento, indispensabile per la salute e il benessere generale.

Qual è il momento migliore per praticare la meditazione trascendentale?

In linea di massima, i momenti migliori per recitare i mantra sono all’alba e al tramonto, per una questione di “qualità energetica” presente nell’ambiente.
Per tale ragione, si otterranno maggiori benefici e in tempi record! Se ciò non fosse possibile, sarebbe opportuno prediligere, anche solo un’istante della giornata, in cui si è più tranquilli, e, cosa ancora più importante, lontani da fonti di distrazione.

L’efficacia di un mantra è dipesa da tanti fattori, come:

  • l’intenzione,
  • il focus,
  • la dizione,
  • il luogo,
  • la presenza di oggetti,
  • la “messa in funzione”,
  • la speranza,
  • la dedizione.

L’Om: il suono dell’Universo

La meditazione Om, è una pratica che, tutti noi, dovremmo cercare di inserire all’interno delle giornate.

Tale accostamento di sillabe sacre, atte a formare un nucleo di energia spirituale, viene, nel rispetto della tradizione, pronunciato all’inizio e alla fine di una sessione di yoga, al fine di creare un’atmosfera di sacralità e guidare i pensieri in modo efficace.

    Trarre beneficio dai propri Mantra: come trovarli e perché usarli

Parliamo del simbolo sacro più famoso al mondo, di una parola in grado di produrre vibrazioni talmente potenti e positive, da permetterci di entrare in connessione con l’interno Universo.

Può essere recitato da chiunque, indipendentemente dall’età e dall’orientamento religioso; è usato, in modo particolare, nell’induismo, nel gianismo e nel buddhismo.

Cantandolo, è possibile guarire il nostro corpo, rimuovendo le tossine, attivando il processo di autoguarigione. Ma non solo:

  1. Contribuisce al mantenimento, o al miglioramento, del benessere psichico, contrastando lo stress a cui siamo sottoposti ogni giorno;
  2. Libera la mente dai troppi pensieri negativi e tossici;
  3. Stimola la concentrazione, la creatività e la memoria;
  4. É un modo per imparare a gestire le nostre emozioni;
  5. Migliora la consapevolezza di noi stessi;
  6. Sblocca il cosiddetto “sesto chakra Ajna“, promuovendo e sostenendo il benessere psico-fisico;
  7. Trasforma i pensieri negativi in azioni positive;
  8. Migliora la circolazione sanguigna, abbassando la frequenza cardiaca;
  9. Migliora la digestione, grazie alla stimolazione vagale;
  10. Combatte il senso di spossatezza e affaticamento;
  11. Sconfigge l’insonnia, aiutandoci ad aumentare le ore di sonno profondo e rigenerante.

Come Praticare la Meditazione Mantra in 4 Passi

Per ottenere maggiori benefici dalla pratica dei mantra, potete seguire questi pochi, semplici passaggi di meditazione riportati di seguito:

Posizione: nella stragrande maggioranza dei casi, ci si siede dritti e con gli occhi chiusi. Ma si sa, in questo caso, non esiste un metodo universale. Ergo, possiamo recitare un mantra, anche se siamo impegnati nelle nostre faccende giornaliere.

Velocità: se cantato, avvertiamo maggiore energia. Al contrario, se pronunciato distintamente, otteniamo un effetto distensivo e rilassante. La velocità con la quale lo si recita, cambia anche in base alla sua lunghezza. Non a caso, quelli corti (contenenti 1-3 sillabe) vengono ripetuti più lentamente.

Forza e volume: se siamo particolarmente stressati, perché faccia effetto, è necessario ripeterlo velocemente e ad alta voce. Se si è sereni, invece, può essere recitato sottovoce.

Respirazione: prima di iniziare, fate qualche respiro profondo, così da stimolare il nervo vago, rallentare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Connettete la mente al corpo, prendendo coscienza di ciò che vi accade intorno, lasciando andare i pensieri e le preoccupazioni.

ARTICOLI CORRELATI

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultimi articoli