24.5 C
New York
martedì, Giugno 18, 2024

Buy now

Il rientro dalle vacanze e la depressione post ferie: come affrontarla

Il rientro dalle vacanze estive, quasi sempre, si rivela essere un momento difficile da gestire, non solo per i piccoli, che passano dal costruire castelli di sabbia sul bagnasciuga in spiaggia, allo stare tra i banchi di scuola, ma anche per i grandi.

Una volta disfatte le valigie e tornati alla vita di tutti i giorni, i benefici ottenuti durante il tanto meritato periodo di relax, possono essere un lontano ricordo. Per molti di noi, infatti, riprendere il ritmo di studio e di lavoro, dopo le ferie, è causa di ansia e nervosismo. Si parla dunque di “post-vacation blues“, una sindrome che, ogni anno, colpisce milioni di italiani, alle prese con il ritorno alla quotidianità.

Ferie finite? Ecco quali sono i sintomi che si manifestano

Quando rientriamo dalle vacanze, tornare alla normalità, non è semplice. Si inizia ad avvertire nostalgia, ci sentiamo male al solo pensiero di riprendere la vita di tutti i giorni. Si tratta di una condizione passeggera, caratterizzata da tristezza, insonnia, ansia, nervosismo, stanchezza e difficoltà di concentrazione.

Ma come fare per affrontare e superare questa fase delicata? Scopriamolo insieme nel prossimo paragrafo.

Tornare alla quotidianità dopo le vacanze: ecco 9 consigli per ripartire alla grande!

Diciamocelo, ci siamo passati tutti. Rientrare dalle vacanze può essere traumatico, non abbiamo alcuna voglia di tornare alla solita routine. Il consiglio che ci sentiamo di darvi è: sforzatevi di guardare il lato positivo. Esiste!

Adesso che siete più rilassati e avete fatto il pieno di energia, potete porvi nuovi obiettivi, ritrovare la motivazione, e, cosa ancora più importante, vedere le cose da un’altra prospettiva.

Il segreto per superare lo stress da rientro, è vivere il ritorno dalle ferie, non come la fine di un sogno da cui non avreste mai voluto svegliarvi, ma come un nuovo inizioUn po’ come gennaio: il mese dei propositi; l’importante, però, è fare in modo che non rimangano tali.

Scrivere una lista di buoni propositi… anche se siamo a settembre

Come realizzare i buoni propositi? Ecco alcuni suggerimenti da mettere in pratica, ogni giorno, per ritrovare la voglia di fare e sfruttare al meglio gli effetti benefici delle vacanze. Così facendo, tornare alla vita di tutti i giorni sarà un gioco da ragazzi: non solo ridurrete il carico di stress, ma lavorerete con più energia. Andiamo a vedere nel dettaglio di cosa parliamo.

Tornare in forma dopo le abbuffate estive

Sì sa, settembre è il mese per ricominciare, il vero capodanno. Ma una cosa è sicura: dopo aver oziato (per colpa del caldo), e aver assunto più calorie del necessario, questo, è il momento migliore per tornare in forma, dopo gli eccessi estivi.

Durante le vostre tanto agognate ferie, c’è stato sicuramente più rilassamento, riguardo all’alimentazione. Il piacere di provare piatti diversi, e gustare le tipicità tradizionali del luogo, è stato sicuramente un bene per la mente e il palato! Al rientro, si ha tutto il tempo di riorganizzare una sana routine e reimpostare una buona serie di esercizi, al fine di tornare in forma e perché no… Fare anche di meglio!

Un po’ di sano movimento, vi aiuta a depurare il corpo dalle tossine e a ritrovare le energie.

Fare sport senza andare in palestra? Sì può! Bastano 30 minuti al giorno di camminata veloce, per ritrovare, passo dopo passo, l’entusiasmo e il proprio equilibrio psicofisico.

Immergersi nella natura: fa bene per tantissimi motivi

Tornare dalle vacanze o semplicemente terminare il periodo di ferie dal lavoro, non deve necessariamente essere la fine del relax o del benessere. Anzi, può essere la spinta per cercarne ancora, durante la vita quotidiana. Quindi nei momenti o nei ritagli di tempo, cercate la natura, è di certo il miglior modo per continuare a godere del relax, anche vivendo in città.

Trascorrere del tempo a contatto con la natura, è un toccasana per il corpo e la mente. Si può camminare nel parco, leggere un libro, ascoltare musica, osservare i paesaggi naturali, o anche fare attività fisica. Respirare una boccata d’aria fresca, infatti, aiuta a ridurre le preoccupazioni e i pensieri negativi, aumenta la concentrazione e rafforza le difese immunitarie. Bastano solo 20 minuti: è un regalo che possiamo fare ogni giorno a noi stessi.

Prenotare subito la prossima vacanza

Scuola/lavoro e viaggi si possono conciliare? Certo che sì! Chi ha detto che bisogna aspettare fino al prossimo anno per andare in vacanza? Avete già pensato alla vostra prossima meta? Farlo, vi aiuterà a superare la sindrome da rientro con una marcia in più! Generalmente, infatti, basta staccare la spina da tutto, per ripartire con il piede giusto!

Inoltre, una vacanza, può essere definita tale, anche concedendoci un weekend appena fuori dalla nostra zona, alla scoperta di nuovi paesaggi e luoghi da visitare. Che la vacanza appena passata, sia di ispirazione per cercare nuovi odori e nuove cose da vedere.

L’importanza del sonno

In vacanza, molto spesso, si tende a dormire molto di più rispetto al solito, ma una volta rientrati a casa, per una ripresa meno traumatica, bisogna evitare di passare velocemente da 10 ore di sonno a 6 o 7, altrimenti, il nostro fisico ne risente tantissimo. Proprio per questo motivo, è importante riposare bene, per un tempo sufficiente. Se invece l’ansia ci impedisce di chiudere occhio, non c’è niente di meglio di un bel bagno caldo o di una tisana.

Voi siete la persona più importante della vostra vita…non dimenticatelo MAI!

É più facile a dirsi che a farsi. La verità, è che troppo spesso ci dimentichiamo di una cosa molto importante: siamo noi le persone più importanti della nostra vita.
Eppure ci posizioniamo agli ultimi posti della classifica delle priorità. Starete pensando: «Adesso non ho tempo per queste cose, ho cose più importanti da fare». Anche il benessere lo è, perché è lui il motore delle nostre giornate, della nostra sfera personale e lavorativa.

Cosa dovete fare? La risposta è semplice: coltivare le passioni, fare quello che più vi piace, che sia un hobby, una passeggiata all’aria aperta, una rimpatriata tra amici o famiglia, una giornata alla terme, un trattamento estetico o un pomeriggio di shopping sfrenato, non ha alcuna importanza. A tal proposito, dovremmo usare le parole che Cesare Pavese, uno degli autori più influenti della letteratura italiana del Novecento, scrisse nel romanzo “La Casa in Collina”: «Conta quello che si fa, non quello che si dice».

Al rientro dalle vacanze bisogna avere un atteggiamento positivo

Le ferie sono momenti spensierati e felici, ma questo non vuol dire che la vita quotidiana non possa essere ugualmente piacevole. Ogni momento ha i suoi vantaggi: rientrare a casa significa anche riprendere le proprie abitudini e riabbracciare gli amici che non si vedono da tempo.

È vero, non si possono più fare le cose che si facevano prima, ma può essere un nuovo inizio e l’occasione giusta per impegnarsi in tanti buoni propositi. Bisogna pensare sempre positivo, già questo, ci darà la giusta carica per tornare alla normalità.

Gli oli essenziali: un valido aiuto per riportare il relax delle vacanze

Che ne pensate, invece, di rilassarvi dedicandovi a un piccolo trattamento fai da te con alcuni oli essenziali? Mediante l’olfatto, raggiungono il cervello, determinando immediatamente uno stato di benessere. Possiamo scegliere il limone e il bergamotto, che allontanano dalla mente i pensieri negativi e inducono una sensazione di calma.

Per essere più energici, inoltre, è bene prediligere la menta, l’alloro o il patchouli. I profumi che preferite, ad esempio, se faticate a prendere sonno, usate un olio essenziale alla rosa. O meglio ancora, concedervi un bagno con una musica strumentale rilassante; inutile dirlo, senza essere disturbati da nessuno!

Come in tutte le cose, bisogna saper attendere

Ad ogni modo, il collante di tutte queste indicazioni, è, senza dubbio, la progressività.

Per uscire dalla spirale di malumore, una volta rientrati dalle ferie, bisogna sì, riprendere il ritmo quotidiano, ma con un certo tatto, evitando di strafare già dalla prima settimana.

Lev Tolstoj diceva: «I due guerrieri più potenti sono la pazienza e il tempo». É bene giocare d’anticipo, così da prevenire il famigerato stress.

ARTICOLI CORRELATI

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultimi articoli