26.6 C
New York
giovedì, Luglio 25, 2024

Buy now

Cellulite: rimuoverla è possibile

Cos’è e come si presenta la cellulite

Oltre ad essere un’anomalia fisica sgradevole alla vista, è anche un vero e proprio disturbo, che colpisce tantissime donne, a prescindere dall’aspetto fisico e dall’età. Naturalmente, parliamo della cellulite in quanto condizione di sofferenza dell’organismo, la cui pelle presenta delle “disuguaglianze” che provocano il tipico effetto antiestetico “a buccia d’arancia”. É presente soprattutto sull’addome, sulle braccia, sulle cosce, sui fianchi e sui glutei.

Una volta che il grasso si deposita nell’ipoderma e imprigiona l’acqua, si forma la cellulite. Tale sistema è dovuto da anomalie della struttura dei piccoli vasi coronarici, che a loro volta, producono dei setti fibrosi che bloccano il grasso e l’acqua.

Cellulite: rimuoverla è possibile

Le cause della ritenzione idrica

Tale inestetismo, prettamente femminile, nasce da una microcircolazione compromessa: il sistema linfatico non riesce ad eliminare i liquidi in eccesso; per tale ragione, si forma la buccia d’arancia.

Se la microcircolazione non lavora bene, non trasporta i residui inutili al di fuori della cellula, ragion per cui si forma la cosiddetta “ritenzione idrica”: le tossine si “ammassano” intorno alla cellula, impedendone così la respirazione. Quindi sì, vi è attinenza tra cellulite e microcircolazione compromessa. Ma quali sono i fattori che ne ostacolano il corretto funzionamento?

Cellulite: rimuoverla è possibile
  • Sovrappeso;
  • Alimentazione scorretta;
  • Consumo eccessivo di sale;
  • Poco movimento;
  • Fumo;
  • Camminare sui tacchi alti per troppo tempo;
  • Assunzione della pillola contraccettiva;
  • Fattori genetici e ormonali.

Cattiva alimentazione

Una dieta non bilanciata con un consumo eccessivo di sale e grassi, comporta l’aumento del grasso corporeo e dunque l’accumulo di liquidi nei tessuti che genera la cellulite. Anche uno schema alimentare ipocalorico, atto a far dimagrire in tempi record, può causare il famoso “effetto a fisarmonica”, dannoso soprattutto per chi lotta contro questo inestetismo, giacché così facendo si perde il tono muscolare.

Stile di vita sedentario

Uno stile di vita sedentario favorisce il ristagno di liquidi. Pertanto, è fondamentale fare attività fisica in maniera costante e moderata, ad esempio camminando per almeno 30 minuti al giorno, con l’obiettivo di migliorare la circolazione.

Cattiva postura

Cellulite: rimuoverla è possibile

Mantenere sempre la stessa posizione per molto tempo (seduti alla scrivania o in piedi), influisce in modo negativo sul ritorno del sangue venoso. Ciò può favorire la ritenzione idrica e perciò alla formazione della cellulite. Per questo motivo, durante il giorno è meglio cambiare posizione in modo tale da riattivare la circolazione.

Fumo

La sigaretta è considerata una “nemica” della circolazione. Infatti, produce un’azione di vasocostrizione e impedisce il ritorno venoso. Ma oltre questo, la sigaretta causa l’invecchiamento precoce della pelle e contribuisce all’eliminazione di due sostanze importanti (elastina e collagene).

Pantaloni stretti

I leggins, i pantaloni e i jeans stretti possono impedire la circolazione sanguigna e così favoriscono la ritenzione idrica. Accade questo, perché il sangue non è capace di risalire verso il cuore e quindi, ostacola il ritorno venoso.

Stress

Lo stress può influire in modo negativo sulla circolazione. Infatti, l’ansia e la preoccupazione possono influenzare la produzione di tantissimi ormoni (ad esempio il cortisolo, la dopamina e la serotonina). Questi ultimi influiscono sul metabolismo basale e, per tale motivo, possono bloccare lo smaltimento dei liquidi e a loro volta favorirebbero la formazione degli edemi.

Cellulite: rimuoverla è possibile

Da dove cominciare per risolvere questo problema?

La cellulite colpisce particolarmente le donne (specialmente quelle facenti parte del biotipo Ginoide). Infatti, gli estrogeni (ovvero gli ormoni femminili) promuovono l’accumulo di grasso in alcune parti del corpo e, specialmente dalla vita in giù. Vediamo quali sono le buone abitudini da inserire nella propria routine quotidiana, per dare un buon input alla risoluzione di questo problema:

Praticare sport

Per contrastare la cellulite è importante prediligere una specifica disciplina sportiva. Ecco quali sono gli sport più adatti per dire “addio” a questo odioso inestetismo.

Nuoto libero e acqua gym

Lo sport in acqua è la migliore soluzione contro la cellulite perchè si riattivano i muscoli e si limita l’affaticamento. Tuttavia, la circolazione sanguigna e anche quella linfatica, sono stimolate e ciò permette di ridurre il gonfiore a livello di glutei e cosce.

Se la cellulite è evidente, si può svolgere nuoto libero, se invece è meno evidente si può fare acquagym diverse volte alla settimana e per circa 1 ora.

Camminata nordica

È una disciplina sportiva utile a combattere la cellulite. Questa camminata prevede l’utilizzo di particolari bastoni ed è incentrata sul movimento dell’intera silhouette e delle gambe. È fondamentale eseguire tale camminata 3/4 volte alla settimana. All’inizio si possono fare 40 minuti, ma successivamente si possono fare 50 minuti o addirittura 1 ora.

Infine, è importante precisare che il passo dovrà essere velocissimo (10km all’ora).

Cellulite: rimuoverla è possibile

Camminata o corsa

Per contrastare questo “odioso” inestetismo, un esercizio molto semplice ed efficace, è la camminata in acqua. È perfetta perchè agisce come un vero massaggio drenante ed inoltre permette di bruciare le calorie.

Ovviamente, la camminata dovrà essere a passo veloce e l’acqua dovrà arrivare all’altezza dei polpacci.

Infine, la corsa sul posto è un altro esercizio che si può fare in acqua, si dovranno alzare le ginocchia e tenere un ritmo veloce.

Esercizi da fare a casa

Ecco 3 esercizi atti a ridurre la cellulite di gambe e glutei. Sono facili da eseguire e come sempre, il segreto del successo risiede nella perseveranza e nella fermezza.

Affondi

Ideali per allungare il bicipite femorale e tonificare gambe, glutei e cosce. Esegui perlomeno 20 ripetizioni per 3/4 volte. L’esercizio va fatto in questo modo: porta indietro e/o avanti in maniera alternata le gambe, effettuando un piegamento. Appoggia per terra la gamba dietro usando la punta.

Squat

É un esercizio completo, utile a rinforzare la schiena e l’addome. Eseguilo facendo dei piccoli piegamenti (immagina di sederti e di alzarti da una sedia più e più volte). Quasi sempre, infatti, i principianti, durante le prime sessioni di esercizio utilizzano un piano di appoggio (una sedia o un tavolino) dove emulare il movimento senza perdere il controllo della schiena. Anche in quest caso ti consigliamo 20 ripetizioni per 3 volte.

Ponte per glutei

É un esercizio utile a tonificare i glutei. Per eseguirlo, sdraiati per terra e solleva leggermente (prestando attenzione al movimento) il bacino. Anche in questo caso, ti consigliamo 3/4 sessioni da ripetere 20 volte.

Le buone abitudini alimentari per contrastare la cellulite

La cellulite, molto spesso, è causata da scorrette abitudini alimentari. Vediamo gli alimenti che si devono assolutamente evitare e quali invece prediligere:

Alimenti da evitare

Esistono alimenti che devono essere evitati perchè promuovono la ritenzione idrica, ad esempio gli snack, gli insaccati, gli zuccheri (bibite zuccherate e dolci) e l’alcol, che impedisce, invece, l’eliminazione delle tossine.

Infine, i carboidrati raffinati, sono assolutamente vietati perchè causano un ristagno linfatico e generano un senso di pesantezza alle gambe.

Alimenti anticellulite

Gli alimenti che contengono vitamine, antiossidanti e omega 3 possono essere consumati senza problemi. Infatti, è assolutamente consigliato il consumo di salmone, pesce azzurro, sgombro e tonno. La frutta è da prediligere quella che contiene potassio e vitamina C, tra cui le albicocche, i kiwi, le ciliegie, le arance, i lamponi e i mirtilli.

Le verdure che contengono potassio e magnesio sono da preferire rispetto ad altre perchè svolgono un’efficace azione drenante. Ecco quali sono:

  • Cipolle;
  • Carciofi;
  • Cavolfiori;
  • Asparagi;
  • Spinaci.

Infine, anche le tisane drenanti non possono di certo mancare e le migliori sono quelle a base di zenzero e limone, o con le erbe come finocchio, tè verde e betulla.

ARTICOLI CORRELATI

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultimi articoli