24.1 C
New York
venerdì, Maggio 24, 2024

Buy now

Cosmetici di qualità: costoso, non sempre significa buono

Care amiche e amici lettori, ammettetelo… tentati dalle tendenze del momento, sarà capitato anche a voi di comprare trucchi e prodotti di bellezza super costosi, per poi scoprire di essere stati ingannati. Ok, avete commesso un errore di valutazione, ma non siate troppo duri con voi stessi… può capitare a chiunque. Purtroppo è così: non sempre il prezzo fa la qualità.

Quindi la domanda è come scegliere i cosmetici giusti? Oggi è il giorno giusto, per dare una risposta a questo quesito.

Valutate la qualità, non misuratela!

Primo accorgimento: se un prodotto di bellezza è privo di sostanze attive, responsabili della funzionalità dello stesso (o del trattamento) e costa uno sproposito, significa che non è la scelta giusta. A tal proposito, ricordatevi sempre di leggere l’elenco INCI, onde evitare di mettere a repentaglio la vostra salute, acquistando merce contraffatta. In modo semplice e sintetico, valutate la qualità, non misuratela!

Anche i cosmetici low cost possono essere di prima scelta, così come il risparmio può essere il risultato di un cattivo investimento, magari perché la casa produttrice in questione, ha cercato di copiare le formule innovative realizzate dalle concorrenti, che a loro volta, seguono rinnovati standard produttivi.

Prendiamo come esempio la multinazionale tedesca, nonché azienda di fama internazionale, Beiersdorf: crea e distribuisce marchi in licenza, quali Eucerin, Nivea e Labello. I beauty products della linea Eucerin, sono da sempre sinonimo di economicità e prestazione: parliamo di articoli destinati esclusivamente alle farmacie e parafarmacie. Di un’industria, quindi, capace di “pensare” fuori dagli schemi, di fare innovazione in un ramo sempre più mutevole (anche dal punto di vista tecnologico).

La Nivea, invece, contrariamente alla precedente, si rivolge ad un pubblico molto ampio e non segmentato, opera in modo sostenibile (non a caso il packaging è composto da materie prime rinnovabili) e offre una vasta gamma di soluzioni per iniziare a prendersi cura della pelle, per il cambiare il proprio stile, ecc. tutto questo a prezzi super convenienti!

Per scegliere un buon prodotto, l’INCI è importante!

L’INCI (“International Nomenclature of Cosmetic Ingredients”) non è altro che il prezioso elenco degli ingredienti presenti all’interno dei cosmetici, espresso seguendo una normativa internazionale.

A tutti, sarà sicuramente successo, di acquistare dei prodotti di bellezza costosi in profumeria, che poi si sono rivelati fastidiosi per la pelle. Molto spesso, infatti, al loro interno, vi è un enorme quantità di elementi dannosi, che però ignoravamo.
La prima reazione, ovviamente sarà un misto di incredulità e rabbia.

Ma la soluzione migliore, onde evitare che accada di nuovo, non è commiserarsi, ma imparare a decifrare l’etichetta cosmetica. In tal modo, si potrà comprendere la loro qualità, se sono naturali, biologici, compatibili con il proprio tipo di pelle, e con l’ambiente. Come fare? Non è difficile, come in tutte le cose, per imparare bisogna fare!

Secondo la nomenclatura tradizionale, i componenti vanno riportati in ordine decrescente di concentrazione: quindi, al primo posto troverete la sostanza contenuta in percentuale più alta, e per ultimo, quella più bassa.

Ricordate, inoltre, che quando i principi attivi sono indicati in latino, si tratta di sostanze vegetali, in coda, invece, saranno riportati i coloranti (con la sigla CI), e meno ce ne sono, meglio è!

Come scegliere la giusta marca di cosmetici?

Non serve spendere un capitale per farsi belle, si sa: il troppo storpia!

Al tempo stesso, bisogna prediligere cosmetici contenenti una moltitudine di principi attivi, capaci di rispondere appieno alle esigenze della pelle, indipendentemente dalla fasce di prezzo. Mirate, se potete, alla sicurezza e alla sostenibilità, puntate sulle aziende cosmetiche all’avanguardia e sempre al passo con i tempi.

Affidatevi, dunque, ai prodotti di bellezza che uniscono sostanze grezze di ultima generazione, a quelle di comprovata efficacia. Dove trovarli? Presso farmacie, parafarmacie, erboristerie e nei negozi appartenenti alla famiglia della grande distribuzione organizzata (GDO).

Per ultimo, il prezzo deve, sì, essere uno dei fattori da prendere in considerazione al momento dell’acquisto, ma è anche vero che non deve condizionare la scelta.

Sapevate che nei vostri cosmetici si nascondono sostanze chimiche nocive?

Le sostanze più comuni, ma soprattutto nocive (soprattutto per soggetti altamente allergici) sono: parabeni, oli di silicone e vaseline.

Per non parlare poi del BHA (butilidrossianisolo) e del BHT (butilidrossitoluolo), ossia dei conservanti che producono reazioni chimiche potenzialmente cancerogene; non a caso, sono vietati in alcuni paesi (ad esempio negli Stati Uniti), ma in Italia non ancora. Non dimentichiamo il triclosan, altro agente nocivo presente nei saponi; funge da antibatterico, ma in realtà è un fattore di rischio, sia per il benessere della pelle che per quello dell’ambiente.

Insomma, non trovate scuse; grazie ai nostri consigli avete tutto ciò che vi serve per trovare il cosmetico perfetto per voi e, udite udite, l’INCI verde non sarà più una leggenda!

Come acquistare in modo consapevole i cosmetici

Come procedere all’acquisto dei cosmetici pur non essendo certi della qualità? Esistono alcuni fattori a cui bisogna prestare attenzione, ad esempio il marchio e la pubblicità.

Nei prossimi paragrafi, andremo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta.

ll marchio

Alcune persone, hanno la tendenza di continuare ad acquistare sempre lo stesso brand.

In questo caso, ci riferiamo al cosiddetto brand loyalty, ovvero la fedeltà che hanno nei confronti della propria marca preferita, e di solito, sono meno sensibili al prezzo alto, ma come abbiamo detto in precedenza, un prodotto costoso non significa che sia migliore. Si possono scegliere anche cosmetici economici e scoprire che in realtà sono migliori.

La pubblicità: a volte è ingannevole!

Dietro gli spot pubblicitari, c’è un mondo fatto di tattiche, strategie, metodi per catturare l’attenzione dei potenziali compratori ed esaltare delle qualità, che in realtà il prodotto non possiede, incidendo sulla loro scelta d’acquisto.

Purtroppo, una pubblicità ideata ad hoc, riuscirà a convincere gli acquirenti che però, dopo poco, scopriranno di essere stati presi in giro. Cogliamo quindi l’occasione, per ricordare nuovamente a tutti i lettori, di leggere l’etichetta, e non farsi ingannare e buttare via i soldi.

Va anche detto, che grandi brand e marchi conosciuti, sono coloro che spendono di più per tutto, dal packaging alla pubblicità (non sempre i costi maggiori sono rivolti alle materie prime e alla selezione degli ingredienti primari). Altro motivo per cui, vengono aumentati di prezzo, quei prodotti, che pensiamo siano nettamente migliori poiché COSTOSI.

Ormai è chiaro, per scegliere i prodotti in modo intelligente, l’INCI svolge un ruolo di primissimo piano.

La qualità, non è di certo data dal costo. Riuscire, quindi, ad individuare i cosmetici buoni, senza lasciarsi condizionare dal prezzo alto è fondamentale, perché non sempre gli articoli costosi sono i migliori!

ARTICOLI CORRELATI

Stay Connected

0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultimi articoli